La varietà della musica svizzera dei secoli XIX e XX è ignota anche agli appassionati di musica più fedeli alle nostre sale da concerto. Compositori quali Édouard Dupuy, Pierre Maurice, Hans Huber, Friedrich Hegar, Volkmar Andreae, Fritz Brun, Hermann Suter, Ernest Bloch o Johann Carl Eschmann sono assenti dai programmi. Sebbene alcune delle loro opere siano state accolte all’estero, esse attendono ancora di essere conosciute nel loro stesso paese. La Swiss Orchestra si consacra dunque alla loro divulgazione e alla presentazione presso il grande pubblico di questi aspetti sconosciuti della storia musicale svizzera.

Il dinamico ensemble, composto da strumentisti di prima classe della generazione giovane, è in tournée in Svizzera insieme a rinomati solisti sotto la direzione di Lena-Lisa Wüstendörfer e combina la massima qualità con un esprit entusiasmante.

SWISSNESS CON SPIRITO PIONIERISTICO
La missione della Swiss Orchestra è rendere accessibili delle sfaccettature sconosciute della storia musicale svizzera e permettere al pubblico di farne esperienza in modo piacevole, impensato e sorprendente. Nei suoi concerti combina gioielli sconosciuti dell’epoca classica e romantica di compositori svizzeri caduti nell’oblio con noti momenti salienti del repertorio sinfonico.

L’obiettivo è ideare dei programmi avvincenti e innovativi in grado di convincere e incuriosire i novizi così come gli intenditori più raffinati. Il pubblico potrà fruire dei commenti della direttrice d’orchestra offerti in diretta durante i concerti.

GETTARE PONTI IN SVIZZERA
La Swiss Orchestra ha per casa l’intera Svizzera. Gettando dei ponti musicali tra le diverse regioni linguistiche, scavalca i confini che separano le diverse culture del paese. È unica nel panorama orchestrale elvetico: specializzata nelle opere sinfoniche svizzere, ambisce a esibirsi in tutte le regioni del paese.